Berlino ed i suoi 969 ponti

5 (100%) 1 vote

Da Anhalter Steg a Spendler-Wilhelm-BrückeBerlino si vanta di avere un gran numero di ponti belli, alcuni vecchi alcuni nuovi. E considerando la quantità abbondante di fiumi, laghi e corsi d’acqua sparsi in tutta questa città enorme, questo non dovrebbe essere così sorprendente. In realtà, i berlinesi piace affermare che essi hanno più ponti di Venezia, circa 969 in tutto.Negli anni immediatamente successivi alla caduta del muro di Berlino, alcuni ponti 190 nuovi sono stati completati e molti dei ponti che erano stati trascurati sono stati riparati. Ciò era in parte sia necessario perché molti collegamenti tra la parte est (durante la Guerra Fredda) e la zona di confine ad ovest erano stati distrutti o  fatiscenti.Un Design particolare è stato sottolineato da urbanisti nel processo di costruzione di molti di questi nuovi di ponti post-Muro, mantenendo e rinnovando i ponti rimanenti ai quali è stata data una priorità assoluta.

Oltre la Sprea, il Landwehrkanal, Havel o l’autostrada, se questi ponti non sono solo punti di riferimento importanti per la storia dela struttura urbanistica della capitale tedesca, sono comunque brillanti esempi di Ingenieurkunst (arte di ingegneria arte), belli da vedere. Non possiamo affermare di averli visti tutti, naturalmente, ma qui stiliamo una top ten Berlino dei migliori ponti diBerlino.Anhalter StegCompletato nel 2001, il ponte pedonale attraversa il Landwehrkanal e le strade confinanti Hallesches Ufer e Tempelhofer Ufer di Berlino-Kreuzberg.Collegamento al Museo di Berlino of Technology, Anhalter Steg offre in realtà due ponti pedonali in uno. I treni sulla sovrastruttura quadro del passaggio dal ponte della linea U2 in diagonale e ad alla linea Superiore in alto. Quattro vie di comunicazione a tre livelli differenti si uniscono in questo incrocio, costruito sulla parte bombardata, sulle fondamenta del ponte ferroviario che una volta portava a sud dalla vicina Anhalter Bahnhof, dove si trovano ancora le sue rovine.

Bösebrücke

Collegamento Wedding di Berlino, e Prenzlauer Berg, il Bösebrücke era famoso come uno dei ponti di confine collegava Est e Ovest durante la GuerraFredda a Berlino ed è facilmente riconoscibile per gli appassionati di film di spionaggio della Guerra Fredda. Costruito nel 1916 e quasi 140 metri di lunghezza, è di Berlino il primo ponte in acciaio al nichel ed è stata posta sulla lista di conservazione per i siti di grande interesse storico. Nel 1989 la Bösebrücke è stato il primo della DDR (Germania Est comunista) ad aprirsi alle migliaia di cittadini tedesco-orientali che volevano andare verso Berlino Ovest., quando furono aperte le frontiere.

Gustav-Heinemann-BrückeIl

Gustav-Heinemann-Brücke è un ponte pedonale che attraversa la Sprea a Spreebogen (ansa del fiume Sprea) di Berlino-Mitte e fu completata nel 2005. Nel cuore della nuova Berlino, che collega il quartiere governativo e Spreebogenpark con il piazzale della Hauptbahnhof (stazione centrale di Berlino) ed è per molti visitatori che arrivano a Berlino il primo ponte che si attraversa quando si entra in città. 
E ‘coperto da una quercia a bordo strada che sotto nasconde una pesante struttura portante in acciaio, questa soluzione per far convivere il paesaggio aperto di Spreebogenpark molto vivace urbano con l’acciaio della Hauptbahnhof.Glienicker BrückeChe attraversa il fiume Havel sul bordo sud-occidentale di Berlino, il Ponte di Glienicke collega Berlino con Potsdam, ed è probabilmente più conosciuto come il luogo in cui venivano scambiati spie della guerra fredda tra Unione Sovietica e gli Stati Uniti.Situato isolato tra il settore americano di Berlino Ovest e occupato dai sovietici di Potsdam, questo era uno dei pochi posti dove i due paesi potevano trattare direttamente, senza dover consultare i loro alleati. Il ponte attuale è stato costruito nel 1907, anche se i lavori di ricostruzione importanti sono stati necessari dopo la seconda guerra mondiale.

 

Jungfernbrücke

Completato da operai olandesi nel 1798, il Jungfernbrücke è il più antico ponte di legno di Berlino ancora nella sua forma originale ed era utilizzato come un ponte levatoio fino al 1919. Il ponte attraversa il braccio del lato minore della Sprea sul lato sud della Spreeinsel (isola di Spree) in Berlin-Mitte, ed è come un pezzo da museo, dopo aver miracolosamente superato la prova del tempo ed i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Alcuni sostengono che il nome del ponte (Maiden o Vergine Bridge) deriva da una vecchia tradizione che si dice sia nata in quel posto. Una sposa promessa avrebbe dovuto attraversare il ponte prima del matrimonio. Se gli assi scricchiolavano la sua verginità era messa in dubbio.

Kaisersteg

Attraversando la Sprea a Treptow-Köpenick tra Bahnhof Schöneweide e una zona industriale più vecchia, una volta sede della AEG, il Kaisersteg è un ponte pedonale e ciclabile che ora, ancora una volta collega il Ober e Niederschöneweide, quartieri di Berlino. Il ponte originale è stato distrutto dalle SS durante gli ultimi giorni della Seconda Guerra Mondiale e non fu ricostruito fino a dopo l’unificazione tedesca, più di 60 anni più tardi. Il Kaisersteg è impressionante. Un pilone a forma di torre, 32 metri di altezza sopra la costruzione e lungo 140 metri, 5 metri largo dà mobilità ai residenti su entrambi i lati del fiume in modo molto più semplice.

Kronprinzenbrücke

La ricostruzione del Kronprinzenbrücke è stato il primo collegamento Est-Ovest dopo la caduta del muro di Berlino ed  ha rappresentato come la città sia cresciuta dopo la fine della Guerra Fredda. Attraversando la Sprea tra il quartiere governativo e Spreebogenpark a Tiergarten e Berlin-Mitte si può pensare a come la città era divisa in precedenza, il Kronprinzenbrücke è di grande effetto, questo è innegabile. Splendidamente ben illuminato (nonostante alcuni problemi recenti per atti di vandalismo), i quattro piloni alti, con 40 lampade a terra, forniscono l’illuminazione per le stradine e sentieri lungo la Sprea. Completato nel 1996, è stato chiamato come in origine come il principe ereditario e più tardi imperatore Federico III.

Moltkebrücke

Questo caratteristico ponte in pietra arenaria rossa, completata nel 1891, è la controparte del Kronprinzenbrücke, attraversando la Sprea tra il quartiere governativo presso la Cancelleria e Berlin-Mitte, solo che questa volta sul lato ovest del Spreebogen. Prende il nome dal capo di stato maggiore prussiano dal 1857 to1888, Helmuth von Molkte, questa splendida basse ponte è stato anche inserito nella lista conservazione per i siti di grande interesse storico. Ornato con sculture di alcuni degli artisti più noti dell’epoca Wilhelminen, il Moltkebrücke offre un interessante contrasto con i cugini moderni appena a monte.

Monbijoubrücke

Situato sulla punta settentrionale della famosa Isola di Berlino (isola dei Musei) di Berlin-Mitte, il Monbijoubrücke tocca entrambi i bracci del fiume Spree. Dopo anni di ricostruzione e di misurazioni, la parte settentrionale di questo doppio ponte è stato completata nel 2006. Il ponte originale doppio è stato costruito tra il 1902 e il 1904 e ha ricevuto il suo nome dalla vicina Montbijou Schloss, ancora in piedi in quel momento. E il nome francese è sicuramente opportuno in questo caso per il look and feel della punta nord dell’isola, ha sicuramente un certo tocco parigino.Questa struttura in pietra arenaria bella è anche tutelata come monumento storico e serve come autostrada popolare per uno dei quartieri delle città più vivaci (Hackescher Markt e dintorni).

Oberbaumbrücke

Originariamente era un ponte di legno costruito nel 1724, il Ponte Oberbaum ora è a due piani, ponte considerato uno dei simboli di Berlino. Le sue due torri, sette volte e la progettazione di mattoni del nord gotico tedesco gli conferiscono un aspetto molto particolare e hanno contribuito a renderlo uno dei ponti più amati della città. Collegamento tra i quartieri vivaci di Friedrichshain e Kreuzberg quello che oggi è amministrativamente il Friedrishein-quartiere Kreuzberg di Berlino, questi due quartieri un tempo divisi dal muro di Berlino durante la Guerra Fredda, questa situazione stranamente trasformva il ponte (o ciò che ne restava dopo la guerra ) in un simbolo di divisione. Ma il Ponte Oberbaum è tornato a vivere insieme con l’unificazione tedesca e da allora è diventato un importante simbolo dell’unità della città. La carreggiata e il marciapiede del lato inferiore sono stati riaperti nel 1994, la sezione di ferrovia sopraelevata al piano superiore, quando ha aperto il collegamento con la stazione della metropolitana Warschauer Straße è stata completata nel 1995.

Fonte Autore: Charles Larson  

 

 

 



Related posts

Leave a Comment

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image