L’ARCHITETTURA MODERNA DI BERLINO

5 (100%) 1 vote

La città di Berlino fu quasi totalmente distrutta durante il conflitto mondiale e a seguito di ciò fu completamente ricostruita diventando così una delle città europee più moderne e funzionali e con la presenza di molti tra i più importanti architetti di tutto il mondo in questo fine secolo oramai andato è stata cantiere per la realizzazione di nuovi, accattivanti e particolari edifici che hanno dato una veste innovativa e splendente alla fresca e giovane capitale della Germania.

Kant-Dreieck

Nel Kant-Dreieck di Charlottenburg spadroneggia una grande vela in alluminio, realizzata da Josef PaulKleihues e rappresenta il simbolo della nuova Berlino. Solo perchè alla fine il senato si oppose alla sua realizzazione, l’opera non ha le dimensioni che inizialmente erano state prefissate per essa perchè altrimenti sarebbe stata molto più grande di come appare oggi.

Sony Center

Nella rinnovata e rivoluzionata Potsdamer Platz si trova il Sony Center. Questa realizzazione architettonica è tra i più grandi edifici moderni di Berlino;  al suo interno, oltre alla sede della Sony, si trovano numerosi locali come ristoranti, caffè,  cinema e sale di intrattenimento. Con una cupola molto particolare ed unica, è stata disegnata dall’architetto Helmut Jahn e fu inaugurata nel 2000. La Sala dell’imperatore e la Stanza della colazione dello storico Hotel Esplanadee sono conservate al suo interno.

Neue Nationalgalerie

Nel 1965 l’architetto del Bauhaus Mies van der Rohe costruì la Neue Nationalgalerie. Inizialmente i progetti di questo basso edificio furono realizzati per costruire la sede della Bacardi all’Havana ma l’idea fu abbandonata dopo la rivoluzione cubana e quindi si pensò di utilizzarla per la nuova sala espositiva di Berlino.

Bundeskanzleramt

La cancelleria tedesca con i suoi nuovi uffici lungo il fiume Spree a nord del Reichstag, sono stati progettati dall’architetto berlinese Axel Schultes. Un grande cubo bianco con finestre rotonde e alcuni quadri moderni di valore primeggiano all’interno dell’edificio stesso.

Ludwig-Erhard-Haus

Nel 1998, la Ludwig-Erhard-Haus fu progettata dall’architetto inglese Nicholas Grimshaw. Oggi rappresenta la sede della Borsa di Berlino. I berlinesi chiamano questo edificio “l’armadillo” per il fatto che i suoi 15 grandi archi di metallo riportano l’idea della forma a corazza dell’animale. Questa realizzazione (Ludwig-Erhard-Haus) si trova nel quartiere di Charlottenburg nella Fasenenstrasse.

Quartiere 205-207 Friedrichstrasse

I tre architetti Nouvel, Pei e Ungers all’interno dei blocchi 205-207 della Friedrichstrasse hanno realizzato la Galaries Lafayettes che è uno dei più importanti negozi dello shopping di Berlino.

Philharmonie e le sale concerti

Il Kulturforum al suo interno ospita la famosa Philharmonie e le due sale concerti realizzate da Hans Scharoun e dal suo allievo Edgar Wisniewski. Queste sale sono molto apprezzate per la loro magnifica acustica e per il tetto dorato a forma di tenda molto famoso e riconoscibile.

DG Bank – Pariser Platz

In Pariser Platz, nel quartiere Mitte di Berlino, la combinazione armonicamente tra eleganza di elementi prussiani e la funzionalità di quelli moderni ha dato la possibilità all’architetto Frank Owen Gehry di far nascere la DG Bank – Pariser Platz che con un’enorme cupola al suo interno non può non essere ammirata con meraviglia e curiosità.

Philip-Johnson-Haus

Il famoso architetto americano Philip Johnson, nel 1997, ha realizzato un esempio dell’architettura essenziale declamata dal Bauhaus.


Related posts

Leave a Comment

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image